Comunicati stampa

05 Settembre 2023

RISCHIO AGGRESSIONI NEI LUOGHI DI LAVORO, LA UIL LANCIA UNA RACCOLTA DATI. In occasione della manifestazione Ambiente Lavoro, a Bologna dal 10 al 12 ottobre

 

Bologna, 5 settembre 2023 – Una raccolta dati sulle aggressioni nei luoghi di lavoro, rivolta soprattutto a quei settori in cui tali fenomeni sono più frequenti: sanità, trasporti, commercio. Verrà lanciata dalla Uil al convegno “Aggressioni nel mondo del lavoro. Quali azioni di prevenzione?”, in programma l’11 ottobre a Bologna nel corso di Ambiente Lavoro, la manifestazione di riferimento per chi si occupa di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, in programma a Bologna dal 10 al 12 ottobre nel quartiere fieristico.

Conoscere i numeri è un punto di partenza fondamentale per mettere in campo le contromisure necessarie. Una recente indagine dell’Inail indica che le aggressioni e le minacce al personale sanitario, una delle categorie maggiormente presa di mira, sono complessivamente in Italia circa 1.600 l’anno, dagli ambulatori di psichiatria alle guardie notturne, per una media di poco più di 4 al giorno. Nel triennio 2019-2021 ci sono stati 4.821 episodi denunciati. Nel 70% dei casi le aggressioni fisiche sono a danno di donne. Anche se sono numeri importanti, offrono comunque una fotografia parziale del fenomeno, perché sono tantissimi i casi non denunciati.

La pandemia ha acuito i rischi, dovuti anche ai controlli legati ai protocolli sanitari e al green pass, come ben sa un’altra categoria a rischio: in una rilevazione Istat il 5,3% tra gli occupati del settore Trasporti e magazzinaggio percepisce il rischio di minacce e violenze fisiche.

Oltre a rappresentare un danno soggettivo, simili episodi rappresentano anche un danno economico e qualitativo, perché tra le conseguenze ci sono assenze dal lavoro o fughe dai luoghi più a rischio, come i pronto soccorsi.

Come detto, il fenomeno è caratterizzato ancora da larghe sacche di sommerso. Per questo è importante qualsiasi azione che serva a far emergere i numeri che non rientrano nelle statistiche ufficiali. E in questo canale si inserisce l’iniziativa della Uil, rivolta agli Rls (Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza) del sindacato che avranno il compito di diffondere il questionario tra i lavoratori per arrivare entro dicembre a una raccolta di risposte significativa in cui saranno evidenziate non solo le problematiche, ma anche le misure di prevenzione messe in campo grazie alla contrattazione collettiva.

Di tutto questo ne parleranno ad Ambiente Lavoro: Ivana Veronese Segretaria Confederale UIL, Giuliano Zignani Presidente ITAL, Marcello Borghetti Segretario Generale UIL Emilia Romagna, Guglielmo Loy, Presidente del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza dell’INAIL, Paolo Pascucci, Professore di Diritto del Lavoro dell’Università di Urbino e Presidente dell’Osservatorio Olympus e con altri relatori e diversi RLS UIL. L’appuntamento è per l’11 ottobre a Bologna dalle ore 10.00 alle 13.00 nella Sala Bolero del Centro Servizi della Fiera.

Per l’edizione 2023 Ambiente Lavoro collaborerà con BolognaFiere Water&Energy, la joint venture fondata da BolognaFiere con lo scopo di promuovere e organizzare iniziative espositive e convegnistiche sui temi dell’energia e dell’innovazione tecnologica, che darà vita a sei manifestazioni. L’11 e 12 ottobre, Ambiente Lavoro sarà infatti in contemporanea con: ACCADUEO, dedicata alla filiera del settore idrico, HESE, dedicata alle nuove tecnologie per la produzione, il trasporto e lo stoccaggio dell’idrogeno, ConferenzaGNL, nata nel 2002 per promuovere il gas naturale liquido per la transizione energetica e la riduzione delle emissioni nei trasporti in Italia e nel Mediterraneo, CH4, dedicata alle tecnologie e ai sistemi per il trasporto, la distribuzione del gas e l’utilizzo del metano nella mobilità, Fuels Mobility l’evento nazionale dedicato alla trasformazione della mobilità e all’evoluzione della rete di distribuzione carburanti e Dronitaly, manifestazione di riferimento per i droni civili a uso professionale in Italia.

Non si tratta di un accostamento casuale di manifestazioni: il tema della sicurezza degli operatori riguarda da vicino il mondo delle utilities coi rischi specifici del settore. E’ evidente poi come la gestione dell’acqua e dell’energia rivestano un ruolo di primaria importanza per tutti i professionisti che sono responsabili delle politiche ambientali, oltre che prevenzionistiche, all’interno delle aziende. Ultimi, ma non trascurabili, i risvolti legati alla sostenibilità che accomunano tutte le manifestazioni.

Con la collaborazione di