Comunicati stampa

24 Novembre 2022

I vincitori del riconoscimento “inSOSTENIBILE leggerezza” di Ambiente Lavoro e BolognaFiere: Tharsos, Tecnologie d’impresa, Systema Consulting, Ancors e Necsi

Bologna, 24 novembre 2022 – Fare fiere è un lavoro pesante. E non solo per lo stress che porta con sé, ma soprattutto per l’impronta ambientale che lascia dietro di sé. Ambiente Lavoro e BolognaFiere lo sanno bene e per questo attribuiscono il riconoscimento inSOSTENIBILE leggerezza”: un riconoscimento alle esperienze più sostenibili. All’edizione 2022 del Salone della sicurezza sui luoghi di lavoro, Tharsos, Tecnologie d’impresa, Systema Consulting, Ancors e Necsi si sono aggiudicati il premio rispetto all’impatto degli spazi espositivi in fatto di materie prime, rifiuti prodotti, acqua utilizzata e trasporti.

Ambiente Lavoro ha poi scelto di premiare in particolare Tharsos e Tecnologie d’Impresa per le attività più originali che gli espositori hanno messo in pratica nei giorni di fiera senza rinunciare ad essere sostenibili. Per l’ambiente e per le persone. I criteri di questa valutazione sono gli aspetti ambientali, come l’utilizzo di fonti di approvvigionamento rinnovabili e la raccolta differenziata dei rifiuti; gli aspetti sociali, quali i contratti di lavoro regolari e orari e turni di riposo del personale; il rispetto delle norme di sicurezza da parte dei fornitori e allestitori. Inoltre, vengono considerate come best practices la gestione degli stakeholder, l’utilizzo di formati digitali per la produzione di documenti, la proposta di menù a km zero, il corretto smaltimento dei rifiuti, l’utilizzo di materiali riciclati e/o riciclabili e di corpi illuminanti a basso consumo energetico per l’allestimento dello stand. Marilena Pavarelli, project manager di Ambiente Lavoro, ha consegnato oggi ai rappresentanti di Tharsos e Tecnologie d’Impresa un albero di quercia e il volume “L’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono a simboleggiare che anche attraverso i piccoli gesti, ciascuno di noi può segnare il cambiamento.

Dal 2020 il Gruppo BolognaFiere, in collaborazione con Enea, lavora alla definizione di uno standard di stand sostenibili basati sui principi dell’economia circolare. La prima indicazione per la misurazione della circolarità si basa sulla valutazione della quantità di risorse prelevate (materia, energia, acqua), rinnovabili e non rinnovabili, impiegate e restituite al sistema. Oltre agli attestati alle cinque imprese, è stata consegnata una “menzione ambientale” anche a Senaf, organizzatore di Ambiente Lavoro, per le strutture utilizzate, realizzate con materiali leggeri e riutilizzabili da Henoto, l’impresa del Gruppo BolognaFiere leader negli allestimenti.

I riconoscimenti sono stati consegnati oggi da Michele Stalteri, HSE manager del Gruppo BolognaFiere.

L’ufficio stampa

3406288237

Con la collaborazione di