Comunicati stampa

29 Novembre 2021

Ambiente Lavoro 2021 Seminari, convegni, formazione e nuove chiavi di lettura per affrontare il tema della sicurezza, della prevenzione e della discriminazione di genere

Bologna, 29 novembre 2021 – Inaugura mercoledì 1 dicembre, nei padiglioni 25 e 26 della Fiera di Bologna, Ambiente Lavoro, la manifestazione interamente dedicata alla diffusione di una nuova cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro.
L’edizione 2021 consentirà a tutti gli stakeholder del settore di incontrarsi e di confrontarsi sui temi del lavoro e della sicurezza, sollecitati dalle nuove urgenze che la pandemia ha reso ancor più impellenti. E Ambiente Lavoro costituisce la prima vera occasione per affrontare, insieme, le scelte necessarie e le prospettive del futuro, anche alla luce degli investimenti del PNRR.
I temi strategici in ambito di sicurezza, salute, prevenzione, adeguamento della normativa, saranno al centro della sezione convegnistica e formativa di Ambiente Lavoro 2021.
Sono 772 le vittime del lavoro nei primi otto mesi dell’anno. L’obiettivo “zero morti e zero incidenti” è ancora molto lontano. Il via libera del Consiglio dei Ministri alle modifiche del Decreto legislativo n. 81/2008, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, è una buona notizia. Ancora molti però sono i nodi da sciogliere, a partire dall’adeguamento dell’impianto normativo, a tredici anni dalla stesura del Testo Unico.

Tra gli altri appuntamenti si segnala “La previdenza come strumento di prevenzionein calendario il 1 dicembre. Il convegno, organizzato da Ambiente Lavoro in collaborazione con l’associazione Lavoro&Welfare, affronterà il tema dell’invecchiamento della forza lavoro, dei lavori usuranti e degli effetti positivi che le politiche pensionistiche possono esercitare sulla prevenzione di incidenti e malattie professionali. La relazione introduttiva sarà di Cesare Damiano, presidente dell’Associazione Lavoro&Welfare e vedrà coinvolti il Ministero del Lavoro, Inail, INPS e le tre sigle sindacali CGIL, CISL e UIL.
A cura invece dell’Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro si svolgeranno diversi convegni dedicati ai temi più significativi rispetto alla sicurezza e alla prevenzione dei rischi e degli infortuni sui luoghi di lavoro. Tra questi si segnalano “L’impatto del COVID-19 sugli eventi infortunistici degli anni 2020 e 2021” in programma l’1 dicembre, mentre il 2 dicembre si svolgeranno due seminari dedicati alla conversione digitale del nostro comparto produttivo e alla diffusione del lavoro agile: “Trasformazione digitale: impatti sulla salute e sicurezza dei lavoratori” e “Smart-working e nuova organizzazione degli spazi di lavoro – implicazioni sugli aspetti di salute e sicurezza sul lavoro”.

Non solo convegni e seminari. Ambiente lavoro proporrà un approccio non convenzionale per parlare di sicurezza e dignità nei luoghi di lavoro. L’improvvisazione teatrale, il rock e la danza daranno una nuova chiave di lettura, non certo meno profonda rispetto a quella più tradizionale, a fenomeni quali gli incidenti sul lavoro o gli stereotipi di genere.

AMBIENTE LAVORO: il teatro contro discriminazione di genere.
A pochi giorni dalla celebrazione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il 3 dicembre alle 14.30, Sala Beethoven, l’associazione Improjunior metterà in scena ad Ambiente Lavoro “Chi dice donna dice donna”: una performance di improvvisazione teatrale sugli stereotipi di genere, un modo ironico per riflettere sulla piaga della violenza sulle donne. Quattro attori e una psicologa che, stimolati anche dai suggerimenti del pubblico, rappresenteranno le dinamiche tra uomo e donna, offrendo occasioni di riflessione a volte ironiche, a volte più intense. La violenza e la discriminazione hanno tante sfaccettature e si manifestano sotto varie forme anche sui luoghi di lavoro, dove troppo spesso la parità è ancora un miraggio. Le stime di Eurostat indicano che in Italia la componente discriminatoria del Gender Pay Gap è pari al 12% e, in base al Gender Global Report, pubblicato a marzo 2021, il nostro Paese occupa il 63esimo posto su 156 della classifica
globale.

AMBIENTE LAVORO: la sicurezza sul lavoro a tempo di rock. Basta con l’associare la sicurezza sul lavoro alla noia, alla burocrazia, ai codici e ai cavilli! E’ questo il messaggio di Stefano Pancari, ideatore di ROCK’N’SAFE, una webzine nata a ottobre 2020, dopo un progetto pilota lanciato durante la pandemia. Vivere al massimo non vuol dire esporsi ai pericoli, ma prendere il meglio della vita e fare in modo che sia il più lunga possibile. ROCK’N’SAFE, media partner di Ambiente Lavoro, sarà presente alla manifestazione di Bologna con due stand al padiglione 26. Il primo seguirà la filosofia del sito rocknsafe.com: qui verranno intervistati esperti del settore e si potrà vedere dal vivo che un nuovo modo di parlare di sicurezza, più rock e più divertente, è possibile.
Nel secondo invece si potranno trovare i gadget, come la t-shirt cult con lo slogan “BE SAFE! BE ROCK” (parte del ricavato delle vendite sarà devoluta a un’associazione per le vittime della strada).

Ambiente Lavoro: la danza per sostenere il diritto al lavoro sicuro. Teatro e musica, ma anche danza a Ambiente lavoro 2021 grazie a DITTICO risonante, un progetto di danza, sì, ma anche di musica e architettura a cura della bolognese Imagem, che ha unito le sue competenze nella progettazione a una visione artistica a tutto tondo. Tra un convegno e l’altro della manifestazione, nelle varie sale della Fiera, saranno proiettati due cortometraggi, entrambi incentrati sulla dignità e la sicurezza sul lavoro. Il primo, “NO CRASH, spaziorisonante”, vede un ballerino muoversi in uno spazio degradato che rivendica il desiderio di liberarsi da un lavoro senza diritti. E d’istinto si pensa al terribile crash che ha ucciso Yaya, il lavoratore della Guinea Bissau, morto all’interporto di Bologna, schiacciato tra il camion e la paratia. Diffondere una nuova cultura della sicurezza, con ogni mezzo, è proprio uno degli obiettivi della manifestazione.
Il secondo, “HOPE, apertamente”, vede una ballerina impegnata in un percorso più intimo: obiettivo ricordare che anche ai ‘piani alti’ si consumano ingiustizie e discriminazioni.
Direttrice artistica di Imagem è Paola Samoggia che, a chi voglia ospitare le campagne di sensibilizzazione di Imagem, richiede alcuni requisiti tra i quali spazi senza barriere architettoniche e parità di genere tra i relatori.

Ambiente Lavoro: la mostra fotografica sulle donne vittime di infortuni sul lavoro. “Donne che Vincono”, al padiglione 26, è il titolo della mostra fotografica proposta da Anmil. Composta da 13 pannelli in bianco e nero, è un progetto che si è avvalso della forza delle immagini della fotografa Tiziana Luxardo. Dodici le donne da conoscere, una foto dopo l’altra, colpite duramente nel fisico e nell’anima, ma che hanno rialzato la testa e si sono mostrate fiere all’obiettivo. Accanto a loro altre dodici giovani donne che hanno raggiunto il sogno di diventare Miss Italia. Il significato della rassegna fotografica è sottolineare che in qualsiasi attività lavorativa la sicurezza resta il primo più
importante requisito.

L’Ufficio stampa
3406288237

Informazioni e programma
Accredito riservato ai giornalisti

Ambiente Lavoro si svolgerà nel rispetto del Protocollo di Sicurezza anticontagio Covid-19 di BolognaFiere in vigore al momento dello svolgimento della manifestazione.

Scarica il comunicato in pdf

Media partner

Area Sponsorizzata