Comunicati stampa

26 Novembre 2020

AMBIENTE LAVORO al via l’edizione digitale 1­-3 dicembre 2020

AMBIENTE LAVORO al via l’edizione digitale
1-3 dicembre 2020

Comunicato Stampa n.1

Bologna, 23 novembre 2020 – Ambiente Lavoro, il Salone della Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro, organizzato da Bologna Fiere in collaborazione con Senaf è giunto al suo trentesimo compleanno. Sarà però un compleanno a distanza. Infatti, la tre giorni bolognese in calendario dal 1° al 3 dicembre prossimi, ha scelto di esserci in sicurezza: dalla piattaforma https://digital.ambientelavoro.it/login sarà possibile seguire tutte le attività della prossima imminente edizione digitale, iscriversi ai convegni e conoscere, nella sezione dedicata alle aziende, tutto quanto il mercato offre in termini di prodotti e servizi dedicati alla sicurezza sui luoghi di lavoro. Anche, e soprattutto, alla luce della nuova emergenza da Covid-19.
E non poteva che essere questa la scelta per una manifestazione che da trent’anni si impegna nella diffusione di una maggiore consapevolezza dei rischi negli ambienti di lavoro. Non per questo però sarà penalizzata la sezione convegnistica e quella destinata alla formazione, anche alla luce della pandemia da Covid-19, a cominciare dalle nuove forme di lavoro a distanza che sembrano destinate, per gli indiscutibili vantaggi che portano con sé -minor impatto ambientale, maggiore flessibilità di orario e maggiore compatibilità tra lavoro e organizzazione della famiglia-, a consolidarsi anche una volta superato lo stato di emergenza. Ma lo smartworking non è certo pratica priva di rischi per la salute fisica e mentale dei lavoratori. Quali sono quindi i pericoli delle nuove forme di lavoro a distanza e quali nuove regole saranno necessarie per tutelare il lavoratore? E’ questo il tema del seminario Il Lavoro AGILE o Smart Working visto dagli ERGONOMI, organizzato da SIE – Società Italiana di Ergonomia per il 3 dicembre dalle 9 alle 13. Il 2 dicembre invece, dalla 9 alle 14, sarà la volta di CLP_REACH_2020 COVID Rischio chimico nei luoghi di vita e di lavoro. Organizzato da Regione Emilia-Romagna, INAIL, Azienda USL di Modena – Dip. di Sanità Pubblica, il convegno ha l’obiettivo di fornire, alle imprese e a tutti gli attori della prevenzione, le conoscenze in materia di attuazione dei regolamenti e di tutte le normative che è necessario applicare per soddisfare le esigenze di tutela dei lavoratori nell’ambito dell’emergenza sanitaria causata dalla pandemia da Covid-19.
E non mancheranno certo i temi tradizionali di Ambiente Lavoro: il 2 dicembre, dalle 14 alle 16, si svolgerà il seminario Sicurezza 4.0. Innovazioni tecnologiche e applicazioni per migliorare la salute e sicurezza dei lavoratori, a cura dell’ Istituto Ambiente Europa: sono potenzialmente enormi gli impieghi delle nuove tecnologie nella prevenzione e nel contrasto del fenomeno infortunistico. Ma a che punto sono le imprese in questo campo? Ovviamente il programma prevede un’ampia sezione dedicata all’innovazione tecnologica, agli ausili per la protezione e alle risposte del mercato sollecitato dalla pandemia, alla sicurezza in agricoltura, alla sicurezza stradale e all’antincendio, senza trascurare il binomio che esiste tra malattie professionali e costi a carico del nostro sistema di previdenza. E a proposito di previdenza, Ambiente Lavoro metterà al centro del dibattito proprio i nuovi necessari assetti anche, e soprattutto, alla luce dei rischi da esposizione al virus a cui sono esposte particolari categorie di lavoratrici e lavoratori. Si è detto e scritto infatti molte volte che sarà inevitabile, una volta risolta la situazione emergenziale in cui ora ci troviamo, riflettere sulla necessità di cambiamenti che diventino strutturali e che tengano conto di ciò che durante la pandemia stiamo imparando. Per farlo Ambiente Lavoro ha organizzato, in collaborazione con l’Associazione Lavoro&Welfare, il convegno La previdenza come strumento di prevenzione (1 dicembre, dalle 14.30 alle 17) che si aprirà con una relazione introduttiva di Cesare Damiano, presidente dell’Associazione Lavoro&Welfare. Alla successiva sessione istituzionale è stata invitata la Ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo, mentre Franco Bettoni, presidente Inail e Marialuisa Gnecchi, vice presidente dell’ INPS hanno già confermato la loro partecipazione. Preceduta da una relazione tecnica dell’avv. Maria Giovannone dell’Associazione Lavoro&Welfare, dalle 16.50 prenderà il via la tavola rotonda delle parti sociali. Al confronto è stato invitato il presidente di Confindustria Carlo Bonomi, e hanno già confermato la loro partecipazione il Segretario CGIL Maurizio Landini, il Segretario CISL Angelo Colombini e il segretario UIL Pierpaolo Bombardieri.
Ma Ambiente Lavoro ha fatto di più: ha messo a disposizione una vera e propria cassetta degli attrezzi, disponibile sui suoi canali di comunicazione, dedicata ai professionisti della sicurezza e a chiunque voglia conoscere come e attraverso quali competenze è possibile difendersi e contrastare la diffusione della pandemia sui luoghi di lavoro. Si tratta di documenti, normative, video studi e ricerche messe a disposizione gratuitamente e accessibili qui: https://fiera.ambientelavoro.it/toolbox-covid19/. I temi ci sono tutti, dalle tante soluzioni che il mercato ha prodotto per la sicurezza e l’igiene, fino alla normativa e alla gestione dei diversi tipi di dispositivi di protezione da adottare sui luoghi di lavoro.

l’Ufficio stampa
3406288237

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili sul sito di Ambiente Lavoro https://fiera.ambientelavoro.it/
L’appuntamento con Ambiente Lavoro è dal 1° al 3 dicembre: basterà iscriversi sulla piattaforma digitale https://digital.ambientelavoro.it/login per seguire tutti i lavori, i seminari e i corsi di formazione.

 

Scarica il comunicato in pdf

Media partners